Sono ormai tantissime le persone che si rivolgono all’e-commerce. Con la nascita di Ebay, anche il singolo individuo, che non dispone di locali adatti a creare dei negozi reali, cerca su Internet il luogo virutale sul quale commerciare. I vantaggi, come abbiamo già accennato in altri articoli, sono molteplici, primo tra tutti il fatto che il mercato diventa veramente mondiale, e quindi le possibilità di vendita sono decisamente aumentate. Ma allo stesso tempo c’è qualche controindicazione. Ad esempio alcuni mercati, come quello della moda, per ovvi problemi logistici hanno delle difficoltà a esplodere in rete.

chinavasion website

Così la maggior parte dei venditori virtuali si sono rivolti a un mercato molto più appetibile dal popolo della rete: quello dell’elettronica. Esso infatti ha alcuni vantaggi considerevoli:

  • la standardizzazione dell’oggetto: ogni oggetto ha le sue specifiche tecniche, che poco lasciano all’immaginazione, e quindi agli acquisti non azzeccati;
  • l’alta propensione del popolo di Internet agli acquisti elettronici. È una specie di selezione naturale del mercato, che porta coloro che navigano di più ad avere più interesse verso il mondo dei computer, dei calcolatori e degli strumenti elettronici.
  • Il minore gap tra le marche “buone” e quelle “meno buone”. Infatti se in un settore come quello dell’abbigliamento la marca è sinonimo di qualità, e le differenze di qualità tra i prodotti possono essere enormi, questo fenomeno è molto meno accentuato nell’elettronica (nb. questo è vero negli strumenti tipicamente elettronici, meno vero in quelli con componenti elettriche macroscopiche). Comprare abbigliamento in negozi cinesi è poco conveniente, vista la scarsa qualità dei capi (e si sa, a volte chi più spende meno spende), mentre comprare merce elettronica cinese può essere conveniente, visto che i materiali son quasi sempre gli stessi adoperati dalle grandi marche, le tecnologie sono avanzate (nell’ultimo decennio la Cina ha compiuto dei progressi enormi in fatto di elettronica), e i prezzi sono nettamente inferiori.

Forti soprattutto di quest’ultimo fatto, molti venditori hanno deciso di cimentarsi in un commercio “domestico”, che consta di importazioni dall’Oriente (magari di grandi quantità di oggetti in stock) soprattutto di prodotti elettronici, e di una vendita di questi a prezzo leggermente maggiorato. I cinesi hanno sfruttato bene l’alta richiesta da parte dell’Occidente, e nel giro di qualche anno son nati tantissimi siti di fornitura, il più famoso dei quali è probabilmente Chinavasion.

Ma conviene davvero?

Ovviamente non è tutto rose e fiori come sembra, sennò sarebbe la fine della nostra economia. Sebbene le tecnologie siano avanzate è infatti vero che molti prodotti non sono “ottimizzati” per l’Europa. I software dei cellulari e dei lettori Mp3 sono spesso tradotti male nella nostra lingua (giusto la traduzione in inglese è tollerabile), e a volte capita di imbatterci, soprattutto per quanto riguarda i cellulari in delle vere e proprie imitazioni spudorate di modelli occidentali, passabili come contraffazione. Quindi prima di ordinare un Nokia tarocco dalla Cina pensateci bene, perchè potreste essere punibili legalmente. Inoltre la dogana aggiunge spesso tasse e dazi, che rendono la spesa ben più importante di quanto sembri.

Vendere questi prodotti è inoltre diventato molto difficile, soprattutto negli ultimi due anni, per via della concorrenza spietata che trovate in rete. Quindi prima di ordinare qualcosa (supponendo che siate in regola con la Partita IVA e con la vostra attività) valutate i prezzi fatti dai vostri concorrenti. A volte vi accorgerete che il margine di guadagno unitario è così basso che non conviene cimentarsi in un commercio internazionale (con tutti i punti interrogativi che questo comporta).

Per quest’ultimo motivo, se comunque la vostra intenzione è di ordinare a tutti i costi, il consiglio è quello di cercare sempre gli ultimi arrivi e di puntare su un prodotto che non ha ancora un mercato saturo. Gli unici due modi di guadagnare veramente qualcosa con questo tipo di commercio sono, a mio avviso, puntare sulla quantità (ordini di tantissimi pezzi, magari dopo aver sondato il mercato) o anticipare la concorrenza sul tempo (anche se è sempre più difficile). Il commercio Dropship invece è sempre un pochino rischioso, e rischierete di avere molti clienti insoddisfatti e, su Ebay, farvi molti feedback negativi.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO